Un percorso di peer education nella scuola superiore incentrato sulla parabola

Michele Canducci
Dipartimento Formazione e Apprendimento–SUPSI, Locarno, Svizzera

 Scarica l’articolo    DOI: 10.33683/ddm.18.3.4

Allegati

 Allegato n. 9

Sunto / L’articolo presenta l’esperienza di un primo approccio alla peer education, sia per il docente sia per gli studenti, realizzato in una classe di III liceo. La metodologia utilizzata è quella della peer tutoring, caratterizzata dal lavoro in gruppi composti da studenti tutor di livello disciplinare più alto e da studenti tutorandi di livello disciplinare più basso. Le giornate del percorso sono commentate sulla base dell’analisi di registrazioni effettuate durante i lavori; inoltre si analizzano qualitativamente i questionari e la discussione collettiva realizzate a fine percorso, al fine di individuare i punti di forza e di criticità dell’esperienza. Il focus dell’analisi riguarda principalmente aspetti legati alla metodologia applicata, e non al ruolo giocato dal contesto matematico. Si evidenziano da un lato il carattere di criticità che la peer tutoring riveste laddove non siano mai state realizzate attività cooperative, dall’altro la necessità, per un’efficace azione didattica, di una commistione di approcci didattici sia cooperativi (fra alunni) sia orchestrati dall’insegnante, in un’ottica dialogica che non preveda l’utilizzo esclusivo di un metodo piuttosto che un altro.

Parole chiave: peer education; peer tutoring; apprendimento cooperativo; parabola; orchestrazione.

Pubblicato in DdM 2018(3)

 

Per citare questo articolo: Canducci, M. (2018). Un percorso di peer education nella scuola superiore incentrato sulla parabola. Didattica della matematica. Dalla ricerca alle pratiche d’aula, 3, 64-87. DOI: 10.33683/ddm.18.3.4