Flipped classroom per la formazione insegnanti: una ricerca sulla percezione degli studenti

Gemma Carotenuto* e Silvia Sbaragli**
*Università degli Studi Suor Orsola Benincasa – Napoli, Italia
**Dipartimento Formazione e Apprendimento-SUPSI, Locarno, Svizzera

 Scarica l’articolo    DOI: 10.33683/ddm.18.3.1

Allegati

Sunto / Viene presentata un’esperienza didattica in cui è stato adottato l’approccio flipped classroom, integrato con una progettazione a ritroso, della quale si riportano i risultati di ricerca sulla percezione degli studenti. Il contesto di sperimentazione è stato un corso di geometria e didattica della geometria, rientrante nella formazione iniziale di futuri insegnanti di scuola elementare offerta dal Dipartimento formazione me apprendimento della Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI), che ha sede a Locarno. Dai risultati emergono percezioni positive da parte degli studenti dell’approccio flipped classroom, rispetto alla sua efficacia, al confronto con la metodologia usuale e agli aspetti apprezzati o considerati da migliorare dell’intero corso. Da tali risultati sono state inoltre ricavate considerazioni operative sull’implementazione dell’approccio flipped classroom in ambito terziario. La ricerca si inserisce in un più ampio progetto di ricerca dal titolo Flipped classroom come approccio per lo sviluppo di competenze, che ha coinvolto diversi dipartimenti della SUPSI, in collaborazione con la Fernfachhochschule Schweiz di Briga e l’Università di Torino.

Parole chiave: classe capovolta; progettazione a ritroso; geometria; istruzione terziaria; apprendimento capovolto.

Pubblicato in DdM 2018(3)

 

Per citare questo articolo: Carotenuto, G., & Sbaragli, S. (2018). Flipped classroom per la formazione insegnanti: una ricerca sulla percezione degli studenti. Didattica della matematica. Dalla ricerca alle pratiche d’aula, 3, 7-34. DOI: 10.33683/ddm.18.3.1